< Torna nell'area stampa

ll lavoro domestico durante l’emergenza da COVID-19


ll lavoro domestico durante l’emergenza da COVID-19

L’Ufficio Ilo per l’Italia e San Marino ha pubblicato “Il lavoro domestico durante l’emergenza da COVID-19”. L’Ilo (Organizzazione Internazionale del Lavoro) è l’agenzia delle Nazioni Unite che si occupa di promuovere il lavoro dignitoso e produttivo in condizioni di libertà, uguaglianza, sicurezza e dignità umana per uomini e donne.
I principali obiettivi dell’agenzia sono: promuovere i diritti dei lavoratori, incoraggiare l’occupazione in condizioni dignitose, migliorare la protezione sociale e rafforzare il dialogo sulle problematiche del lavoro.
Il Policy Brief, pubblicato lo scorso 6 aprile, fornisce una breve panoramica del lavoro domestico in Italia. Nel nostro Paese i lavoratori domestici rappresentano l’8% della forza lavoro e, assunti dalle famiglie, si occupano della cura della casa e della persona. Il documento affronta poi il delicato tema delle opzioni per le politiche sul lavoro domestico nell’emergenza da COVID-19. In questa sezione sono riportate le misure di politica del lavoro previste dalla legislazione sull’emergenza e una breve guida che tocca i temi della prevenzione, della formazione, della salute e della sicurezza. Il testo descrive anche le principali misure di protezione sociale per il supporto al reddito da lavoro domestico messe in campo da 4 Paesi europei:  Belgio, Francia, Germania e Spagna.

Di seguito vi riportiamo l’indice del Policy Brief “Il lavoro domestico durante l’emergenza da COVID-19”:

  1. Una breve panoramica del lavoro domestico in Italia.
  2. Opzioni per le politiche sul lavoro domestico nell’emergenza da COVID-19.
  3. Le misure di protezione sociale per il supporto al reddito da lavoro domestico adottate da altri paesi europei durante l’emergenza da COVID-19.
  4. Risorse principali.

Potete scaricare il documento in formato pdf cliccando sull’anteprima che trovate qui sotto.