< Torna nell'area stampa

Lavoro domestico tra i settori più colpiti dalla pandemia


Lavoro domestico tra i settori più colpiti dalla pandemia

Lavoro domestico tra i settori più colpiti dalla pandemia

Il lavoro domestico è tra i settori che più hanno risentito della pandemia in corso, ma nel 2020 colf e badanti regolari superano il milione.

Anche il lavoro domestico, ai tempi della pandemia, sta accusando il colpo, perché composto dalle fasce più deboli della società. La forte componente di lavoro nero nel settore, poi, non giova: secondo i dati ISTAT quasi il 60% del lavoro domestico si svolge in una condizione informale o irregolare.

Durante il lockdown e con le attuali limitazioni agli spostamenti anche all’interno di una stessa regione, non è possibile per i domestici non in regola recarsi sul posto di lavoro. Questo fatto ha reso necessario un intervento normativo di regolarizzazione e ha favorito le assunzioni: 50.401 solo a marzo 2020, (+58% rispetto a marzo 2019).

Il II Rapporto annuale sul lavoro domestico 2020, pubblicato da DOMINA, su dati Inps, evidenzia come le prime sei regioni italiane che hanno registrato un saldo positivo nel marzo 2020 rispetto al 2019, sono quelle del sud, dove il lavoro irregolare ricopre un ruolo importante: Sicilia + 233,6%, Basilicata +210,6%, Molise +185,5%, Puglia +163,6%, Campania +121,0%, Calabria +99,3%. Le regioni con il saldo positivo inferiore sono invece il Lazio +31,4%, Trentino Alto Adige +17,8% e la Lombardia con +17,0%. Anche il saldo nazionale febbraio-giugno 2020 è positivo: 18.344 occupati in più rispetto allo stesso periodo del 2019.

“Il lavoro domestico è uno dei settori che più sta risentendo degli effetti della pandemia e delle misure per contrastarla”, dichiara Lorenzo Gasparrini, segretario generale di DOMINA, Associazione nazionale famiglie datori di lavoro domestico. “Soprattutto nella cura di malati e persone disabili – continua Gasparrini – presenta il grande problema della sicurezza sul lavoro. Lo dimostrano due aspetti: l’impossibilità di applicare il distanziamento sociale e di verificare il rispetto delle norme tra le mura domestiche”.

Si consiglia la lettura del nuovo dossier pubblicato dall’Osservatorio DOMINA per un approfondimento sui dati del comunicato stampa: dossier n.12 “Lavoro domestico e l’emergenza Covid-19”.