< Torna nell'area stampa

Lavoro domestico, come richiedere i permessi di soggiorno temporanei


Lavoro domestico, come richiedere i permessi di soggiorno temporanei

Il comma 2 dell’art.103 del decreto Rilancio, consente ai cittadini stranieri presenti sul territorio nazionale alla data dell’ 8 marzo 2020, con permesso di soggiorno scaduto dal 31 ottobre 2019, non rinnovato o convertito in altro titolo di soggiorno, di richiedere un permesso di soggiorno temporaneo. Il documento sarà valido solo nel territorio nazionale, avrà durata di 6 mesi, convertibile per motivi di lavoro se nel termine della sua durata il cittadino esibisce un contratto di lavoro subordinato o la documentazione comprovante lo svolgimento dell’attività lavorativa nel settore del lavoro domestico.

Le istanze potranno essere presentate dal 1° giugno 2020 al 15 luglio 2020. La domanda deve essere presentata esclusivamente presso gli uffici postali ‘sportello amico’, inoltrando il modulo di richiesta del permesso di soggiorno compilato e sottoscritto dall’interessato. Il costo è fissato in 30,00 Euro.

Prima della presentazione dell’istanza, inoltre, il richiedente dovrà versare un contributo forfettario di 130,00 Euro, utilizzando il modello  F24 (RECT 2020) scaricabile dal sito dell’Agenzia delle entrate.

I documenti per richiedere il permesso di soggiorno temporaneo sono:

  • passaporto o attestato consolare rilasciato dal Paese di origine;
  • documentazione comprovante la presenza sul territorio nazionale alla data dell’8 marzo 2020;
  • comprovare di aver svolto attività di lavoro nel settore del lavoro domestico.

 

A causa della situazione di emergenza dovuta all’epidemia da Covid-19, fino al 10 giugno compreso, l’accesso agli uffici postali “sportello amico” per le richieste di permesso di soggiorno sarà possibile solo  con  ripartizione per cognome.

Alla consegna del modulo di richiesta del permesso di soggiorno sarà rilasciata una ricevuta con le informazioni per soggiornare in Italia e per svolgere attività lavorativa nel settore del lavoro domestico.
Il cittadino straniero sarà convocato in Questura per valutare l’istanza e per il successivo rilascio del permesso di soggiorno temporaneo.

Per tutte le informazioni sulla procedura di richiesta si consiglia la lettura del decreto interministeriale che disciplina le modalità per la presentazione delle domande di permesso di soggiorno temporaneo.

Per l’emersione dei rapporti di lavoro domestico potete leggere Regolarizzare colf e badanti con la sanatoria 2020.