< Torna nell'area stampa

“Figli, non orfani bianchi”: campagna DOMINA per famiglie e badanti


“Figli, non orfani bianchi”: campagna DOMINA per famiglie e badanti

Esortare le famiglie datori di lavoro ad aiutare le lavoratrici e i lavoratori domestici stranieri a restare in contatto con i propri figli e familiari. È questo l’obiettivo della campagna di sensibilizzazione “Figli non orfani bianchi”, promossa da DOMINA, in collaborazione con l’ufficio per l’Italia e San Marino dell’ILO (Organizzazione internazionale del lavoro) e con Caritas Italiana. Partecipano all’iniziativa anche i Consolati di Perù ed Ecuador a Roma, Fondazione Migrantes, AssoMoldave.

Gli orfani bianchi sono figli lasciati alle cure di un solo genitore, con i nonni o in orfanotrofi nel paese di origine. La lontananza porta spesso questi bambini a cadere in depressione, stati di ansia o istinti suicidi.

Secondo Unicef, sarebbero almeno 350mila in Romania e 100mila in Moldavia. Ma il problema non riguarda solo l’Europa orientale, se consideriamo che i lavoratori domestici nel mondo sono 67 milioni (stima ILO). In Italia, il 70,3% è straniero. I lavoratori dell’Est Europa sono quasi 350mila (il 40,9% del totale); tra le comunità più numerose anche quelle provenienti dalle Filippine (67mila) e dal Sud America (59mila). Sono solo alcuni dei dati statistici – pubblicati dall’Osservatorio nazionale DOMINA nel Rapporto annuale sul lavoro domestico – che aiutano a inquadrare la questione.

“La campagna adotta un linguaggio chiaro e diretto e mira a sensibilizzare l’opinione pubblica su una problematica che riguarda tutti e a fornire consigli utili per arginare il fenomeno. Le famiglie possono fare la differenza”, spiega Lorenzo Gasparrini, segretario generale di DOMINA.

I suggerimenti proposti nella campagna sono molto concreti. Ad esempio: mettere a disposizione l’uso di tablet, pc e altri dispositivi per permettere al lavoratore di chiamare o scrivere ai propri figli; accordare al lavoratore periodi di ferie più lunghi, prevedendo un periodo di assenza non retribuita in aggiunta ai giorni di ferie maturati; favorire l’incontro tra figli e genitori anche sul territorio nazionale; agevolare il lavoratore nelle pratiche di ricongiungimento familiare.

Sul nostro sito sono tutti gli approfondimenti e i materiali della campagna “Figli, non orfani bianchi”.